Teatro classico
Attività di recitazione
Spettacolo - Elettra
Spettacolo - Tu da che parte stai ?

Great docs & support

Ultime Circolari
Numeri 501, 502, 503, 504, 505

 Leggi tutto

Great docs & support

Orientamento e accoglienza
programma a.s. 16-17
 Leggi tutto

Great docs & support

Sportello informazioni

calendario degli incontri. 

 Leggi tutto

 

Great docs & support

PTOF
Piano Triennale Offerta Formativa

 Leggi tutto 

Il Liceo Vittorio Emanuele II, il più antico della città di Palermo e della Sicilia, è stato istituito nel 1549 quale Collegio degli Studi ad opera dei Padri Gesuiti; ebbe come primo rettore il teologo francese P. Nicolò Lanojo e la prima ubicazione in un corpo di case di proprietà di Don Sigismondo Platamone, presso la chiesa della Madonna della Misericordia. La sede iniziale si trovava vicino alla chiesa di San Francesco d'Assisi; nel 1586 i Gesuiti acquistarono nel Cassaro (oggi denominato Corso Vittorio Emanuele), nei pressi della Cattedrale, lì dove è l'attuale succursale dell’Istituto, alcune case con lo scopo di trasferirvi il Collegio. Questa nuova sede venne inaugurata il 15 agosto 1588.

Nel 1860, cacciati i Borboni, la Compagnia di Gesù fu sciolta e i suoi beni vennero “aggregati al Demanio dello Stato”. Il 29 ottobre 1860 il governo prodittatoriale riconobbe la legalità del Liceo, che comprendeva otto classi, delle quali le prime cinque costituivano la sezione inferiore, le ultime tre la superiore. Esso, destinato all'istruzione dei giovani di Palermo e dell'isola, fu inaugurato il 20 gennaio 1861 e in seguito, con Regio decreto del 4 marzo 1865, mutò il nome di Liceo Nazionale di Palermo per assumere quello attuale di Liceo Vittorio Emanuele II.

L'Istituto vanta tra i suoi docenti personalità illustri, note nel campo della scienza, della ricerca, degli studi umanistici, quali Rosario Gregorio, Domenico Scinà, Venanzio Marvuglia, Giuseppe Piazzi, Giovanni Meli, Giuseppe Pitrè, Camillo Finocchiaro Aprile, Emanuele Armaforte, Mario Orso Corbino, Vittorio Emanuele Orlando. Per quindici anni, inoltre, ha operato come docente nel nostro Liceo anche Padre Pino Puglisi, che ha lasciato in quanti lo conobbero una traccia profonda ed una autentica testimonianza di spirito cristiano ed impegno civile.

 


 

Inizio